Ormai tradizione

Oltre 250 persone tra ospiti, operatori, familiari e volontari sono partite il 13 giugno da Genova per recarsi a Tortona in pellegrinaggio.

 

È il quinto anno che  tutte le case orionine di Genova, la costellazione della carità che caratterizza la città della Lanterna, organizzano per tutti questa esperienza. La meta si alterna tra il Santuario dedicato alla Madonna della Guardia sul Monte Figogna a Genova e quello voluto da Don Orione a Tortona:  una giornata di fraternità all’ombra della Madonna e sotto la protezione di San Luigi Orione.

Questo pellegrinaggio speciale e molto familiare è stato guidato dal Direttore delle case genovesi, don Dorino Zordan.

Al mattino è stata celebrata la Santa Messa in Santuario presieduta da Don Alessandro D’Acunto, economo provinciale che prima è stato Direttore delle Case di Genova e promotore di questi pellegrinaggi.

Dopo il momento di fraternità, i pellegrini hanno visitato il presepio, alcuni sono saliti sulla torre e tutti insieme si sono ritrovati nuovamente in Santuario per la recita del Santo Rosario.

Nel ritorno, la consapevolezza di tornare a casa e di essere stati a casa.

 

Share Button